Link-building

Quanto tempo ci vuole perché la strategia di link building abbia effetto sui motori di ricerca?

Chi lavora nel campo del SEO sa benissimo che, quando si propone la link building ad un cliente, una delle prime domande che vengono poste è quella relativa al tempo che impiegherà questa strategia a dare i suoi primi frutti. A questa domanda non è possibile dare una risposta univoca perché sono troppi i fattori che entrano in gioco e influenzano la questione. La dura verità è che questo tipo di strategia non porta effetti immediati al posizionamento di un sito all’interno dei motori di ricerca perché sono tante le pagine che quotidianamente vengono modificate quindi i primi risultati potrebbero essere visibili dopo un certo lasso di tempo, anche piuttosto lungo.

Alcuni esperti di settore hanno voluto fare un esperimento per riuscire a capire non solo quale può essere il tempo medio di miglioramento del ranking dopo un’azione di link building ma anche quali possono essere i fattori che influenzano maggiormente questo tipo di risultato. Per ottenere queste risposte si sono dovuti fare, ovviamente, numerosi esperimenti e procedere per deduzione. Il primo esperimento ha riguardato siti con link ad altri siti tutti simili nel contenuto e con pochi aggiornamenti significativi negli ultimi sei mesi. In questa situazione, un sito ha impiegato circa dieci settimane, in media, per migliorare di una sola posizione il proprio ranking. Con altri tipi di link, però, l’effetto è più immediato. Il collegamento a siti più popolari, infatti, ha portato nel lasso di tempo che varia da 5 a 10 settimane un miglioramento del ranking dalla nona alla quinta posizione. Sembra, dunque, che ogni link abbia un piccolo effetto iniziale ma che la sua efficacia aumenti nel tempo, soprattutto in una visione a lungo raggio. Se si aggiungono più link contemporaneamente non solo si raggiungerà l’obiettivo della popolarità sui motori di ricerca più velocemente ma si otterranno anche risultati migliori e duraturi nel tempo.

Questo esperimento – effettuato, però, su un gruppo abbastanza ristretto di siti, per cui è necessaria una futura verifica con un campione di ricerca più ampio – ha aiutato a stabilire una serie di assiomi che possono aiutare a sfruttare al meglio la tecnica della link building. Il primo di questi, ad esempio, ci dimostra che più basso è il ranking del sito oggetto della strategia, tanto più grande sarà l’effetto della link building. Durante l’esperimento, infatti, si è evidenziato che i siti e le relative pagine che già in precedenza erano in prima linea per i risultati relativi ad una determinata parola chiave hanno aumentato il loro posizionamento di appena un livello e hanno impiegato addirittura 22 settimane per riuscirci. Al contrario, i siti che originariamente erano presenti dalla seconda pagina di ricerca in poi, hanno ottenuto buoni risultati già in 8 o 9 settimane.

Ottimo verrebbe da dire! Dunque il segreto per apparire primi nei motori di ricerca è quello di mettersi al lavoro duramente e collegarsi con quanti più link è possibile ai siti amici. In realtà non è proprio così semplice. Infatti, ci vuole un pochino di tempo perché i link ottenuti da una campagna di link building diano il loro effetto perché i motori di ricerca impiegano tempo per valutare tutte le modifiche effettuate alle pagine presenti nel world wide web. Ecco, allora, una serie di passi fondamentali che occorre fare per rendere davvero efficace questa strategia di web marketing, il link building.

Individuare le risorse necessarie

Il primo passo da compiere è quello di individuare il soggetto (o i soggetti) che si occuperà della realizzazione della strategia di link building. In questo caso, ci sono tre possibili strade da percorrere: affidarsi ad un’agenzia seo esterna specializzata nel web marketing, assumere del personale qualificato e contrattualizzarlo internamente oppure affidarsi ad una risorsa interna alla propria azienda, ad esempio l’ufficio comunicazione, per risparmiare tempo e denaro. Ognuna di queste soluzioni, infatti, comporta un dispendio economico, di tempo e di energie estremamente diverso. Soprattutto a livello internazionale occorre attuare strategie opportune e collocare link su siti nella lingua del paese dove si vuole acquisire visibilità. Consigliabile quindi rivolgersi ad un’agenzia esperta in link building internazionale.

Trovare un’agenzia di settore (da 1 a 3 mesi)

La strada più facile, soprattutto all’inizio, è quella di assumere un’agenzia specializzata nel web marketing che si occupi di ogni aspetto. In questo modo, infatti, si potrà avere a disposizione immediatamente un team di esperti già formati che sapranno consigliare le strategie migliori da applicare in base agli obiettivi che si vogliono raggiungere con la link building. Di solito per scegliere il partner giusto occorrono almeno da uno a tre mesi, qualcuno in più se si tratta di una grande azienda con processi decisionali abbastanza complessi e burocratizzati, dove sono necessarie molte autorizzazioni prima di scegliere un fornitore. Una volta selezionata l’agenzia, occorrono ancora un paio di settimane per divenire davvero operativi e iniziare il lavoro di team building.

Assumere una risorsa esperta in link building (da 1 a 2 mesi)

Se non si è interessati ad affidarsi ad un’agenzia specializzata, l’alternativa può essere quella di assumere un esperto di team building. Il candidato migliore ha già lavorato nel settore oppure è un blogger che è riuscito a crearsi da solo un certo seguito grazie alla link building. In questo caso ci vogliono circa 23 giorni per individuare la risorsa giusta e includerla nel nostro organico. Infatti, è necessario pubblicare gli annunci sui principali siti di ricerca di lavoro, fare uno screening dei cv pervenuti, convocare quelli più interessanti per un colloquio e, infine, decidere quello che per caratteristiche e professionalità è più adatto ad essere inserito in azienda.

Lavorare con il proprio ufficio comunicazione e pr (immediato)

L’alternativa più economica e veloce può essere quella di individuare una risorsa interna all’azienda che si occuperà di portare avanti la link building anche facendo affidamento sull’ufficio comunicazione e sui rapporti che questo dipartimento può avere con altre aziende e realtà on line e ottenere, così, link ad altri siti. Va specificato, però, che è difficile che un’azienda si affidi esclusivamente a questa strategia perché dipende troppo dalla disponibilità dell’ufficio comunicazione. Di solito, quindi, questo tipo di strategia viene affiancato ad altre per amplificare i risultati.

Impostare una strategia di link building

(da 2 settimane a 1 mese)

Una volta che sono state individuate le risorse umane che dovranno occuparsi della link building, è importante iniziare finalmente a delineare la strategia da adottare. La prima cosa da fare è riuscire a capire perché un’azienda dovrebbe accettare di collegarsi alla vostra azienda. Riuscire, infatti, a costruire un messaggio efficace da inviare alle aziende e trovare delle leve vincenti per persuadere i destinatari, è il primo passo verso il successo della strategia. In base a quale tipo di messaggio (e strategia) vogliamo utilizzare cambiano anche i tempi di attuazione, che possono dilatarsi oppure abbreviarsi. Ad esempio, questi alcuni dei messaggi che le aziende possono utilizzare:

  • proporre la vostra azienda come risorsa indispensabile (1 settimana): un primo modo per ottenere link è quello di sponsorizzare il vostro sito su siti e portali che vendono nello stesso settore di vostra competenza;
  • proporre la vostra esperienza come risorsa (da 2 settimane a 1 mese): se la vostra azienda offre servizi utili è possibile convincere altri siti aziendali a proporre il vostro link condividendo informazioni importanti per i lettori oppure l’opportunità di usufruire di alcuni servizi gratuiti;
  • proporre la vostra azienda come infografica (da 1 a 3 mesi): l’utilizzo delle immagini e di infografiche che puntano direttamente al vostro sito è un buon modo per convincere altre aziende a pubblicare il link al vostro sito. Infatti, se le immagini realizzate sono carine, accattivanti ed efficaci, tutti vorranno pubblicarle. Ovviamente, per realizzare questa strategia è indispensabile il coinvolgimento di esperti di grafica multimediale;
  • creare contenuti approfonditi (da 1 a 3 mesi): se si pubblicano sul proprio sito contenuti ben ideati, ricchi di informazione e di notizie, è molto probabile che le altre aziende decidano di sponsorizzare la pagina in questione e il vostro sito più in generale. I contenuti ben studiati, infatti, sono una delle leve più importanti ed efficaci per attirare lettori e, di conseguenza, aziende che vogliono condividerli.

La fase esecutiva

(da 2 settimane a 1 mese)

Una volta che sono state decise e stabilite le strategie da attuare per creare un’ottimo profilo di backlink link, inizia la fase esecutiva, quella in cui si deve mettere in pratica quanto fino a quel momento è stato stabilito. Sarà un periodo molto frenetico, nel quale l’addetto all’attuazione della link building lavorerà a stretto contatto con email e telefono per riuscire a convincere le aziende a sponsorizzare il proprio link. Potrà essere un periodo molto stressante, è meglio dirlo subito. Infatti, con un po’ di fortuna e tanta buona volontà, sarà anche possibile riuscire ad ottenere immediatamente qualche buon risultato ma si tratterà davvero di un colpo di fortuna. L’importante, infatti, è ricordare che le aziende che contatterete non ricevono alcun pagamento per sponsorizzare il vostro link quindi non bisogna mai essere troppo pressanti nè aspettarsi grandi risultati da subito poiché la questione del link è in fondo alle priorità delle aziende che contatterete quindi è probabile che non daranno subito la risposta attesa o che questa potrà non essere positiva.

Volendo ricapitolare la situazione, se siete intenzionati a intraprendere una campagna di link building, ci sono da fare una serie di passi indispensabili da attuare che sono:

  • trovare un’agenzia di link building oppure decidere di assumere un esperto o affidarsi al proprio ufficio di comunicazione. La decisione andrà presa in base al tempo e al budget che si ha a disposizione
  • decidere la migliore strategia da adottare, in particolare individuando i potenziali prospect da contattare per la sponsorizzazione del vostro link e stabilendo quali argomenti utilizzare per convincerli ad effettuare link building
  • passare velocemente alla fase esecutiva. In questa condizione è necessario concentrarsi su un grande lavoro di pubbliche relazioni, elaborando efficaci testi personalizzati per ognuna delle aziende che si intende contattare, così da ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo
  • saper attendere senza farsi prendere dal panico. E’ importante, infatti, ricordare che i primi risultati apprezzabili di un’operazione di link building sono attesi almeno dopo dieci settimane dall’inizio dell’attività, quindi è fondamentale saper attendere senza lasciarsi scoraggiare se non si ottengono velocemente riscontri positivi.

Questa complessa strategia porterà via complessivamente dai sei ai dodici mesi ma, tutto sommato, è un periodo di tempo ragionevole soprattutto se si pensa a quanto possono possono essere importanti i risultati ottenuti in cambio. La SEO, infatti, deve essere considerato come un investimento che sicuramente richiede un impiego di tempo ed energie notevoli ma ciò che si può ottenere in cambio in termini di visibilità, reputazione e, di conseguenza, vendite è davvero impagabile quando si riesce ad ottenere i primi posti nei motori di ricerca.

liberamente tratto da: https://moz.com/blog/how-long-does-link-building-take-influence-rankings


Il partner ideale per
il posizionamento sui motori di ricerca

Contatti

Calle Rafael Almeida 1 – 1/335007 - Las Palmas G.C. – ESNIF B76271691

clienti Italia: +39.3356408081
clienti: +34.657681154

Follow